CrittoMoneta.com

Weiss ratings cryptocurrencies

Ecco la classifica dei ratings elargita da Weiss Ratings oggi. Sorprendono EOS, Cardano e Steem. Delude BitCoin. Ethereum al comando anche se in compagnia.

(A = excellent, B = good, C = fair, D = weak, E = very weak)

1.B
B EOS
B Ethereum
2. B-
B- Cardano
B- Steem
B- Neo

3. C+
C+ Ark
C+ Bitcoin
C+ BitShare
C+ Byteball Bytes
C+ Dash
C+ Decred
C+ I/O Coin
C+ Litecoin
C+ NEM

D – _Most weak crypto_
D Expanse
D Matchpool
D Novacoin
D Potcoin
D Rise
D SaluS

Cos’è Ethereum?

Che cos’è Sapien?

Sapien.network è un nuovo progetto molto interessante. Punta a divenire un social network decentralizzato con l’obiettivo principale di combattere fake news e di ricompensare in cambio gli utenti che postano contenuti di valore. Girerà su blockchain Ethereum. Avrà due interfacce, una per gli utenti nuovi al mondo delle blockchain e una per quelli più avanzati. Si potrà navigare e postare in modalità pubblica e privata.

SPN sarà la nuova crittomoneta di Sapien. SPN è studiato per essere la forza portante di questa nuova realtà. Tramite questo token si potrà votare, commentare, postare nuovi articoli contribuendo alla creazione di un sistema di reputazione tra utenti decentralizzato. Non solo, se il post che voti ottiene un pubblico consenso e viene riconosciuto come contenuto di valore, avrai indietro l’SPN utilizzato per votare più una % di interesse.

SPN si dividerà in due categorie: staked SPN e unstaked SPN.

Gli staked SPN saranno legati alla piattaforma per un periodo minimo di 6 mesi. Saranno la valuta della piattaforma. Al di fuori non li si potrà vendere. Non li si potrà “slegare” alla piattaforma a meno di pagare una penale che dipende da quanto tempo li avevate stakati, e da quanto tempo rimanente avevate da corrispondere. Potranno essere utilizzati, oltre per quanto scritto sopra (post, commenti, voti) anche per comprare servizi e prodotti digitali e non. Infatti Sapien prevede l’utilizzo di un Marketplace interno decentralizzato che funzionerà sempre col sistema reputazioni in stile Amazon, Ebay. E tantissimi altri utilizzi verrano implementati col tempo e in base alla crescita della piattaforma.

Gli unstaked SPN saranno invece listati sui vari Exchange. Li si potrà vendere, scambiare o comprare con denaro fiat (euro, dollaro, yen ecc.) o con denaro virtuale, le cryptomonete (BitCoin, Ethereum, Litecoin ecc.). La crittomoneta per noi di crittomoneta.com 😀 .

In principio verranno emessi 500.000.000 di token che verranno così distribuiti:

Distribution of Tokens SPN

La fase di presale non è ancora iniziata. Inizierà il 31 gennaio 2018. Se siete interessati a questa nuova ICO, a questo nuovo project andate sul sito ufficiale che tra le varie lingue ha pure l’italiano. ATTENZIONE: Per investire in questa moneta in fase di presale l’unica moneta di scambio accettata è l’Ethereum. Ancor più attenzione perché tutti gli Ethereum inviati all’indirizzo di Sapien tramite normali Exchange (come Binance, Coinbase) molto probabilmente saranno perduti. L’unico metodo accettato da Sapien è l’invio di denaro tramite wallet Ethereum e loro consigliano l’utilizzo di Mist, MyEtherWallet e MetaMask.

Cosa sono i BitCoin?

Il BitCoin (BTC) è una forma di moneta digitale, o anche detta cryptovaluta. Nasce nel 2009 da un fondatore anonimo, o gruppo di fondatori conosciuti sotto il nickname di Satoshi Nakamoto. Nessuno lo controlla. Una caratteristica fondamentale di questa moneta virtuale è che non c’è nessuna banca, istituzione o ente fisico reale a controllarla. Il valore del BitCoin varia in base alla domanda e offerta del mercato. I BitCoin si creano attraverso un’operazione denominata mining. Ci saranno soltanto 21 milioni di BitCoin disponibili in totale, e questa cifra dovrebbe essere raggiunta nel 2140. Il limitato numero di BitCoin esistente e la domanda sempre crescente, ha fatto sì che la moneta passasse dal valore di 0,70$ del 2009 ai 13,500$ di adesso rendendo milionari molte persone. Non si sa il valore che possa raggiungere in futuro, per esempio John McAfee, in un post pubblico ha affermato di mangiarsi i propri genitali se il BitCoin non raggiungerà il valore di 1 milione di dollari.

Si avvale di una tecnologia denominata blockchain, che è in parole povere è un enorme registro online di tutte le transazioni effettuate coi BitCoin. Per lo scambio di monete si avvale di una rete peer-to-peer, la stessa tecnologia che utilizzavamo per fare scambi su Emule, Torrent etc.

I BitCoin non hanno nessun equivalente fisico, nessuna moneta di carta. Come detto in precedenza, è la gente a determinarne il valore. Più soldi sono immessi nei BitCoin più il valore ne aumenta. Per possedere BitCoin bisogna avere un wallet (portafoglio) e tramite siti di exchange scambiare i propri soldi con i BitCoin. In futuro scriveremo post riguardo i migliori siti di Exchange e sui migliori wallet da utilizzare.

 

KFC accetta BitCoin come metodo di pagamento!

Ha del sensazionale la notizia di sole poche ore fa che l’immensa catena statunitense di fast food specializzata nel pollo fritto, KFC ha iniziato ad accettare i BitCoin come metodo di pagamento. Ecco quanto pubblicato dalla compagnia sulla propria pagina Facebook:

KFC post facebook Bitcoin

Si tratta di un’offerta che include vari pezzi e che ha un valore di 20$. Per evitare di essere in balia della volatilità del prezzo del BitCoin, KFC ha deciso di vendere questa promozione all’equivalente in BitCoin di 20$. Per acquistare il #BitCoin Bucket si deve cliccare sul link postato da KFC Canada (http://bit.ly/2qS5bbS) e inviare i BitCoin equivalenti al loro indirizzo. Una volta che la transazione viene accettata (ci possono volere anche ore, il tempo stimato della transazione media in BitCoin è 51 minuti), verrà spedita la merce e consegnata tramite corriere direttamente a casa.

La reazione degli utenti è stata immediata con pareri molto discordanti: c’è chi fa ironia e sottolinea il fatto che il costo della transazione costa più della promozione stessa, che non è tanto divertente comprare ed aspettare ore per vedere se il tuo pagamento è stato accettato (e intanto la fame magari è già passata); c’è chi consiglia altre cryptovalute (o cryptomonete) come ad esempio Ethereum o LiteCoin che hanno transazioni molto più rapide e con fees molto più basse; e infine c’è chi è molto entusiasta ed ottimista che nonostante le difficoltà con i BitCoin, le grandissime compagnie mondiali inizino a implementare BitCoin e cryptovalute per i propri pagamenti.